cropped-cropped-logoITST80cmSmall-1.png

I EDIZIONE
del Premio Letterario

usr

26 Maggio 2022
Premiati

Scuole partecipanti:

Ist. Omnicomprensivo Guglionesi
Ist. Omnicomprensivo “Antonio Giordano”- Venafro(IS)
Liceo di Santa croce di Magliano
Liceo Romita – Campobasso
Liceo Galanti – Campobasso
IPSIA- Montenero di Bisaccia
Ist. Majorana-Fascitelli di Isernia
Liceo di Larino
ITST “G. Marconi” Campobasso
Liceo Linguistico “S. Pertini” Campobasso
ITE Bojano

 
CATEGORIA PAROLE NARRATE 
TERZO POSTO: “Otto piccoli pezzi”, 1A Liceo di GUGLIONESI, di Alisya Longhi prof. Ssa Caterina Binetti 
SECONDO POSTO: “Lettera a M.” di Francesca Mucciaccio classe 5 del LICEO, “R.CAPRIGLIONE” SANTA CROCE DI MAGLIANO
PRIMO POSTO:  “Un giorno qualunque” di Tonia Martone, classe 5A,  liceo scientifico ISERNIA, prof. Ssa Ida Di Ianni
CATEGORIA PAROLE IN VERSI
TERZO POSTO:  “Il processo necessario” Venafro, 3AB, LICEO SCIENTIFICO, Mario Pompeo prof.ssa Assente 
SECONDO POSTO:  “La realtà nascosta”, classe 3I, Liceo linguistico “PERTINI” CB, Chiara Tedino  prof. ssa Valentina Pietra 
PRIMO POSTO: “Futuro”, ITST G. MARCONI CB, Niccolò Zeoli, classe 5BMM, Prof.ssa Giuliana De Simone 
CATEGORIA PAROLE DIGITALI
TERZO POSTO:  METAVERSIAMOCI di Tirro Domenico (con Piccuto Manuel), 3BI,  ITST G. MARCONI CB 
SECONDO POSTO: Cyberdeath di Angelo Moffa con Gianpio Centritto, Carlo De Busso, Marco Di Biase, Cosmin Mircioiu (4AET), Giorgia Palaia (4BBA),  ITST G. MARCONI CB 
PRIMO POSTO: THE OTHERSIDE di Antonio De Luca, Emiliano Spicciati (4AET), Gaia Iaciofano (5ACM), Simona di Claudio (5BE).  ITST G. MARCONI CB 
CATEGORIA PAROLE DISEGNATE
TERZO POSTO:  ITST G. MARCONI CB Nico Ciallella 3CMM- prof.ssa Luigia Colalillo
SECONDO POSTO:  ITST G. MARCONI CB Lorenzo Montemitro 3AE – prof. Ssa Bozzaco (sostituisce Ricciuto) 
PRIMO POSTO:  ITST G. MARCONI CB Michele Battista 5 AI – prof. Ssa Gemma Assante
MENZIONI SPECIALI
per la categoria PAROLE DIGITALI
“Campobasso.Molise.Italia. Impariamo a vivere le nostre realtà”classe 2D Del Liceo Scientifico ROMITA di CB prof.ssa Daniela Di Claudio Per aver intessuto parole e immagini in un contemporaneo messaggio di devozione alla bellezza
“C’era una volta il virus” CLASSE 2E del Liceo Linguistico G.M. GALANTI di CB  prof.ssa Carol Guarascio  Per aver trattato con ironia e leggerezza la complessità del presente attraverso un futuro immaginato
Macchine…da scrivere (digitale)  Marco Fusco- Rocco Cimorelli- Bruno Martinelli- Vincenzo Zilli- Eleonora Nini- Lorenzo di Chiaro- Chiara Passarelli- Francesco Inforzato classe 4B del Liceo Scientifico di Venafro-  Prof. Ssa Assente Per aver intrecciato  immagini evocative e parole sapienti in una suggestiva cornice di macchine…da scrivere. 
PER LA CATEGORIA PAROLE NARRATE
A spasso nel tempo  di Elisa Pilla classe 5g del Liceo D’Ovidio di Larino, prof.ssa Daniela Gizzi Per aver saputo evidenziare il legame tra la modernità e le tradizionali bellezze storico culturali del proprio territorio. 
Colori nel buio di Giulia Tortola Liceo di Isernia  Prof. Ssa Di Ianni Per il messaggio speranzoso di rinascita dal buio della disperazione ai vividi colori della vita. 
La gabbia alata di Simone Griguoli 4AI Marconi, Per la creatività, la padronanza lessicale e la scorrevolezza del racconto.
La memoria per il seme del bene di Marco Del Grande 1A MONTENERO DI BISACCIA prof.ssa Laura D’Angelo  Per aver raccontato una pagina di storia con uno sguardo proiettato al futuro 
PER LA CATEGORIA PAROLE IN VERSI
CLOUD  di Fabio Mastrovito 3AI  Per l’originalità nell’ utilizzo del codice comunicativo 
L’altra dimensione di Brigida Chiovitti  classe 5- Liceo di Bojano, prof. Muccilli Per aver espresso, con emozione e trasporto, il conflitto causato dalla distanza tra il reale e il virtuale  

Siamo lieti di comunicarvi che l’evento di premiazione del concorso si terrà in data 26 maggio 2022 dalle ore 11:45 alle ore 13:30 ca. presso l’Aula Magna del nostro Istituto.

Per motivi organizzativi e per garantire l’accesso in sicurezza almeno ad una rappresentanza di docenti e studenti di ogni istituto in gara, Vi chiediamo di non superare il numero di 4 persone e di voler compilare – gentilmente entro e non oltre il 24 maggio p.v. – il form per confermare la Vostra presenza.

AVVISO – 27 marzo 2022

Gentili partecipanti, docenti referenti, istituzioni scolastiche di tutta la regione.

Grazie di aver partecipato numerosi, di esservi messi in gioco e di aver dimostrato grande sensibilità e interesse per la nostra iniziativa.

Il termine per la consegna degli elaborati si è chiuso il 22 febbraio.

La giuria è stata nominata e potete conoscerne i componenti navigando nella sezione dedicata. Già è al lavoro nella valutazione degli elaborati.

La premiazione si svolgerà il 28 maggio p.v. e in quell’occasione speriamo di poter conoscere almeno alcuni di voi di persona!

Ma il Concorso “Macchine…da scrivere” ha in serbo per voi qualche sorpresa nell’attesa della premiazione!

Vi terremo aggiornati!

 

 

Regolamento

Premessa

L’istituto Tecnico per il Settore Tecnologico “Guglielmo Marconi” di Campobasso, con il patrocinio dell’USR Molise, bandisce la I edizione del premio letterario Macchine da scrivere per incentivare il talento letterario nelle scuole, tutelare e valorizzare l’uso della lingua italiana e promuovere la creatività degli studenti.

Il concorso si articola in 4 sezioni: narrativa, poesia, fumetti/manga e digitale e intende dare risalto alla parola e alle sue forme, coniugando tradizione e innovazione da una parte e inclusione e comunicazione dall’altra.

Nella convinzione che la tecnologia sia un nuovo strumento di narrazione, capace di veicolare le parole e superare barriere altrimenti vincolanti, Macchine da scrivere si prefigge di calare la parola nel flusso incessante dell’innovazione tecnologica, sia nella tematica sia nelle sue potenzialità comunicative ed espressive.

Art.1 Destinatari

Il concorso è aperto a tutti gli studenti della Scuola Secondaria di Secondo Grado della Regione Molise.

Art.1 (bis) Tema

Gli scritti dovranno essere ispirati alla “modernità”, alle tendenze del momento storico-culturale e ai fenomeni che lo caratterizzano. La tematica centrale dei lavori sarà il presente oppure il futuro immaginato dai partecipanti con storie, emozioni, esperienze (reali o inventate) ispirate all’epoca attuale, alle macchine, ai computer, all’innovazione tecnologica. Ogni elaborato potrà riguardare lo studio, i diritti, la vita sociale, la conoscenza, la comunicazione, le relazioni, il confine tra reale e virtuale e i sentimenti legati al progresso e a ciò che dà, o toglie, in termini di arricchimento e crescita.

Art.2 Modalità di partecipazione

La partecipazione al premio è individuale, fatta eccezione per la sezione Parole digitali, per la quale è possibile inviare anche elaborati di gruppo.

Art.2.1 Ogni autore può concorrere per una sola delle sezioni e con un unico elaborato. Gli elaborati devono essere in italiano ed originali ed ognuno corredato da un titolo.

Art 2.2 Ogni partecipante (o il singolo referente per i lavori di gruppo) invierà il suo elaborato attraverso la funzione dedicata, entro e non oltre le ore 24:00 del 22 febbraio 2022.

Art. 2.3 Una volta pervenuti tutti i lavori, la segreteria del Premio provvederà ad assegnare un codice a ciascun elaborato e a trasmetterlo alla Giuria privo dell’identificativo dell’autore per garantire la completa imparzialità del giudizio.

Art.3 Sezioni di gara

Parole narrate
Parole in versi
Parole disegnate
Parole digitali

Parole narrate: la sezione comprende racconti brevi che non dovranno superare le sei cartelle dattiloscritte: per cartella si intende una pagina di formato A4 di 22 righe di 60 battute l’una, in carattere Times New Roman corpo 12, interlinea doppia.

Parole in versi: la sezione comprende componimenti poetici di cui gli autori potranno liberamente decidere il numero dei versi.

Parole disegnate: la sezione comprende fumetti e manga. Ciascuno di essi dovrà essere realizzato su tavole prodotte senza l’ausilio di strumenti digitali. Ogni elaborato sarà composto da max 5 tavole (la tavola è un foglio di formato A3). Gli elaborati saranno caricati sul cloud in un unico file pdf dopo essere stati fotografati o scansionati dagli autori.

Parole digitali: la sezione comprende elaborati in digitale, e-book (testo breve), audiolibri e video. I video devono contenere oltre alle immagini anche il testo (scritto e/o parlato).

Ogni elaborato digitale dovrà essere liberamente fruibile attraverso i browser più comuni, senza richiedere l’installazione di app proprietarie. L’elaborato digitale dovrà essere consegnato mediante il link e dovrà rispettare i seguenti limiti:

elaborati audio: durata massima di 8 minuti.

elaborati video: durata massima di 3 minuti

elaborati scritti/grafici/multimediali: la lunghezza dell’elaborato non dovrà essere superiore a 10 pagine/schermate/slides; nel caso in cui gli elaborati vengano illustrati tramite ripresa video delle schermate, si dovrà rispettare il limite di 3 minuti.

Ad ogni modo la dimensione del file non dovrà superare i 100MB.

Art.4 La commissione che giudicherà gli elaborati pervenuti è composta da scrittori, giornalisti e rappresentanti del mondo della cultura.

Art. 5 La giuria sceglierà il primo, il secondo e il terzo classificato per ciascuna sezione, riservandosi di attribuire tre menzioni speciali ad altri elaborati ritenuti meritevoli. La scelta dei testi vincitori del premio sarà di competenza esclusiva della giuria, il cui giudizio sarà insindacabile.

Art. 6 I risultati saranno annunciati durante la manifestazione finale dell’evento che si terrà a conclusione dell’anno scolastico. La data dell’evento e le modalità di svolgimento saranno rese note sul sito dell’istituto promotore. Tutti gli studenti partecipanti sono invitati a prendervi parte in presenza oppure a distanza qualora permangano limitazioni per il contenimento della pandemia.

Art. 7 I vincitori riceveranno i premi nel corso della manifestazione e i loro elaborati saranno pubblicati sul sito dell’istituto promotore.

Art. 8 Il materiale inviato per la partecipazione al Concorso non verrà restituito.

Art. 9 Ai sensi del regolamento UE 2016/679 (GDPR) si comunica che tutti i dati personali dei quali il PREMIO LETTERARIO Macchine da scrivere entrerà in possesso, saranno usati solo per quanto attiene il Premio stesso. I dati raccolti non verranno in alcun caso comunicati o diffusi a terzi per finalità diverse da quella del concorso.

Contatti

Per ulteriori informazioni inviare email a: macchinedascrivere@iti-marconi.edu.it

Referente generale
: Prof.ssa Manuela Di Paolo email: manuela.dipaolo@iti-marconi.edu.it
Organizzazione
: Prof.ssa Giuliana De Simone email: giuliana.desimone@iti-marconi.edu.it
Pubbliche Relazioni
: Prof.ssa Elèna Varanese email: elena.varanese@iti-marconi.edu.it
Referente tecnico
: Prof.ssa Mădălina Ciobanu email: madalina.ciobanu@iti-marconi.edu.it

 PRESIDENTE: PIER PAOLO BELLINI

Laureato in Lettere Moderne e in D.A.M.S. Musica e diplomato in Composizione, è Ricercatore confermato in Sociologia dei Processi Culturali presso la Facoltà di Scienze Umane e Sociali dell’Università del Molise. Nel 2003 ha pubblicato Alfabetizzazione Musicale, Rubbettino, Cosenza. Nel 2005 ha pubblicato Pronipoti di Mozart. Modelli, teorie, condizioni delle professioni musicali in Italia, Sef, Firenze. Nel 2008 ha pubblicato La comunicazione artistica e i suoi attori. Sociologia della Musica, della Letteratura e dell’Arte, Mondadori, Milano.

PER LA SEZIONE PAROLE NARRATE E PAROLE IN VERSI

ALBERTO CARLI

Alberto Carli è professore associato di Letteratura italiana contemporanea presso l’Università degli Studi del Molise. I suoi interessi vertono sul crinale fra letteratura e scienza, con particolare riferimento alla storia della medicina e all’antropologia, senza per questo dimenticare frequenti incursioni nel panorama della letteratura giovanile. Componente del Centro di Ricerca di Letteratura e Cultura dell’Italia unita, presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore (Sede di Milano) e Conservatore della Collezione Anatomica Paolo Gorini (ASST – Lodi), ha pubblicato numerosi saggi su riviste specialistiche nazionali e internazionali. 

VALENTINA FARINACCIO

Scrittrice. Il suo primo romanzo, La strada del ritorno è sempre più corta (Mondadori, 2016), ha vinto il premio Rapallo Opera Prima, il premio Kihlgren, e Adotta un esordiente. Giornalista e critico musicale, scrive per “Il Venerdì di Repubblica”, e parla di musica su Radio Capital e Rai1.   

LETIZIA BOGNANNI

Scrittrice, giornalista e critica musicale. Attualmente lavora come redattrice e web editor per la rivista “Rumore”. Ha pubblicato i saggi “Albe scure. Sguardi sulla cultura Subsonica”, “The National. Walking With Spiders”, “Blur. Love in the 90’s”, “Love Buzz. Di cosa parliamo quando parliamo di canzoni d’amore” e “In circolo. Perturbazione” (tutti per Arcana), il romanzo “Via dell’Abbazia” (Nativi Digitali Edizioni) e racconti nella collana Singolari di LiberAria Edizioni e nelle antologie “The Sleepers” (Azimut), “RacCorti” (Giulio Perrone Editore), “Catartica” (Eretica Edizioni), “Capodanno bastardo” (Damster), “DeLorean Cafè” (Les Flaneurs).

PER LA SEZIONE PAROLE DIGITALI

PIER PAOLO BELLINI (PRESIDENTE)

Laureato in Lettere Moderne e in D.A.M.S. Musica e diplomato in Composizione, è Ricercatore confermato in Sociologia dei Processi Culturali presso la Facoltà di Scienze Umane e Sociali dell’Università del Molise. Nel 2003 ha pubblicato Alfabetizzazione Musicale, Rubbettino, Cosenza. Nel 2005 ha pubblicato Pronipoti di Mozart. Modelli, teorie, condizioni delle professioni musicali in Italia, Sef, Firenze. Nel 2008 ha pubblicato La comunicazione artistica e i suoi attori. Sociologia della Musica, della Letteratura e dell’Arte, Mondadori, Milano. 

EMILIANO CONDO’

Giornalista radiotelevisivo in Rai – Radiotelevisione Italiana S.p.A.  Laureato in giornalismo presso l’Università Luiss Guido Carli e in Lettere Teorie e pratiche dell’antropologia;  Tutor di giornalismo online presso scuola di Giornalismo Luiss Guido Carli. 

GLORIA VITAIOLI 

Formatrice ed educatrice in percorsi per insegnanti, genitori e studenti sulle tematiche della gestione dei conflitti tra pari e i nei gruppi; comunicazione ecologica; facilitazione dei gruppi; processi partecipativi e metodologia della formazione. Attualmente collabora con la Cooperativa EDI ONLUS come formatrice in progetti educativi e coordina il progetto Fuoriclasse in movimento per prevenire la dispersione scolastica.

MARIANGELA D’AMBROSIO

Dottore di ricerca presso il Dipartimento Giuridico dell’Università degli studi del Molise; attualmente è assegnista di ricerca e docente a contratto presso il Dipartimento di Economia del medesimo ateneo. Assistente sociale specializzata in criminologia e nelle attività di sostegno per la scuola secondaria di secondo grado, è altresì educatrice e formatrice per la Cooperativa Sociale EDI Onlus – Educazione ai Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza di Roma.

PER LA SEZIONE PAROLE DISEGNATE

GIANLUCA DI FRATTA 

Gianluca Di Fratta (Caserta, 1974), orientalista, è laureato all’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale” e ha conseguito un dottorato di ricerca in Storia e Civiltà dell’Asia Orientale all’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Si occupa di storia e cultura del fumetto e cinema di animazione giapponese su cui ha scritto saggi e articoli in riviste scientifiche (Il Giappone; Atrium) e in volumi accademici (Italia-Giappone. 450 anni; Il Giappone a Napoli e in Campania; Il Giappone, Napoli e la Campania; Oriente, Occidente e dintorni. Scritti in onore di Adolfo Tamburello; Campania e Giappone: incontri e relazioni; I dieci colori dell’eleganza. Saggi in onore di Maria Teresa Orsi). È membro dell’Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi e ha presentato interventi a conferenze e a convegni di studi sul Giappone in varie sedi nazionali. Suoi saggi sono apparsi in libri collettivi (Con gli occhi a mandorla. Sguardi sul Giappone dei cartoon e dei fumetti; Japan Pop. Parole, immagini, suoni dal Giappone contemporaneo; Visioni dell’Apocalisse. L’immaginario cinematografico della fine del mondo; Assalto al cielo. Memorie, archivi, frammenti di un retro-futuro), in monografie (Da Maison Ikkoku a NANA. Mutamenti culturali e dinamiche sociali in Giappone tra gli anni Ottanta e il 2000; Il Drago e la Saetta. Modelli, strategie e identità dell’immaginario giapponese; FURUSATO CombattiLaTuaTerra; C’era una volta Goldrake. La vera storia del robot giapponese che ha rivoluzionato la TV italiana; Mazinga Nostalgia. Storia, valori e linguaggi della Goldrake-generation dal 1978 al nuovo secolo; Dalla katana al revolver. Kurosawa e Leone a confronto) e in cataloghi (Napoli COMICON; DongFang; NipPop; EVA Impact). È autore del libro Il fumetto in Giappone. Dagli anni Settanta al 2000 (L’Aperia, 2005) e curatore dei volumi Robot. Fenomenologia dei giganti di ferro giapponesi (L’Aperia, 2007), Goldrake 30. Antologia di racconti robotici (La Torre, 2009) e Lovecraft e il Giappone. Letteratura, cinema, manga, anime (La Torre, 2018). Nel 2008 fonda la casa editrice Società Editrice La Torre ed è direttore della rivista Manga Academica. Rivista di studi sul fumetto e sul cinema di animazione giapponese.

ANTONIO ZEOLI

Illustratore fumettista, lavora come docente presso la Scuola Internazionale di Comics di Firenze. Collabora con Rai News 24, L’Espresso, Il fatto quotidiano, Feltrinelli editore, De Agostini, Rizzoli Lizard, La Repubblica, Sergio Bonelli editore, Screenweek.